Migliori Wayne Horvitz Jazz nel 2022

Compositore e tastierista jazz - Wayne Horvitz

Se stai cercando un modo semplice e semplice per conoscere Wayne Horvitz e la sua musica, sei arrivato nel posto giusto. In questo articolo, esplora la sua prima carriera e influenza chiave e guarda ciò che rende il suo lavoro così speciale. Continua a leggere per ulteriori informazioni! Di seguito sono elencati alcuni dei suoi più grandi successi. - Cosa amano i fan di Wayne Horvitz? - Perché lo adorerai!

Il compositore, tastierista e produttore discografico americano Wayne Horvitz ha guadagnato importanza negli anni '80 mentre lavorava nella scena del centro jazz del centro. Ha incontrato Robin Holcomb, e in seguito ha lavorato con John Zorns Naked City. I suoi album presentano un'ampia varietà di improvvisazioni jazz, tra cui la popolare serie Rave. La sua musica è stata descritta sugli album di una vasta gamma di musicisti, tra cui James Moody, Paul Simon e Art Blakey.

Nonostante la diversità delle sue composizioni jazz, i suoi album rivelano una serie di interessi, dagli standard classici agli stili d'avanguardia. I suoi album presentano il sassofonista David Sewelson e il pianista Robin Holcomb, nonché il percussionista Mark E. Miller. Oltre a registrare album solisti, Horvitz ha anche composto per teatro, film e compagnie di danza. Le sue composizioni sono spesso influenzate dalla musica di altri generi e culture.

Mentre il piano classico è sempre stato un punto fermo della discografia di Horvitzs, si è anche ramificato per includere musica elettronica. Il suo lavoro ha ricevuto commissioni dalla Brooklyn Academy of Music, il Quartetto Kronos e New World Records, ed è anche composto da opere da camera basate sul romanzo di James Welchs. Nonostante il suo vario background, la registrazione più recente di Horvitz è le sessioni di Snowghost, una versione del trio che segna un ritorno al formato jazz solista, una mossa che gli ha guadagnato l'attenzione di critici e pubblico.

Tastierista

Un componente chiave di qualsiasi repertorio di tastieristi jazz è l'improvvisazione. Può essere un compito difficile creare qualcosa di originale quando non sai come suonare lo strumento. È qui che la versatilità della tastiera può tornare utile. In questo pezzo, discuteremo delle chiavi dell'improvvisazione, nonché alcune altre chiavi da tenere a mente. Inoltre, esamina bene la tecnica della tastiera utilizzata da Wayne Horvitz.

Nato a New York City nel 1955, Michael Horvitz fu esposto da una serie di musica da bambino. I suoi fratelli maggiori hanno ascoltato le rock band psichedeliche, quindi gli piaceva Jimi Hendrix e i Rolling Stones. Mentre viveva a Washington D.C., era esposto alla musica soul e Motown e sviluppò un gusto eclettico per la musica. Da adulto, ha suonato con artisti del calibro del batterista di Soundgarden Matt Cameron e del leggendario produttore Jack Endino.

Oltre a suonare in gruppi jazz, Horvitz è anche un compositore attivo. Ha in corso tre nuove opere, tra cui un pezzo per il quartetto d'archi e un pezzo elettronico per pianoforte da solista. Un pezzo per quintetto misto è stato commissionato da Standing Wave e ha anche creato un pezzo per un'orchestra da camera che racconta la storia del leader laburista Joe Hill. Questo pezzo sarà presentato in anteprima il 24 ottobre al Seattle Earshot Jazz Festival.

Influenza

Questo pezzo è di tono elegiaco e autunnale, più lamento della celebrazione, che sembra appropriato al tema del martirio. Oltre ai suoi temi di dolore, ha diverse sezioni edificanti e umoristiche. Tra le influenze di Horvitzs ci sono la musica appalachiana, che ha una voce nasale e una propensione per quinti aperti e terzi minori e maggiori. Un'altra notevole influenza sulla scrittura Jazzy Broadway è Leonard Bernstein. La musica di Bernsteins è stata spesso nota per i suoi rapidi cambiamenti di firma, che ricordano spesso il jazz.

Alla fine degli anni '60, Horvitz fu coinvolto nella scena rock psichedelica di San Francisco. Le band che ascoltava includevano Grateful Dead, Jefferson Airplane, Moby Grape e Janis Joplin. Durante questo periodo, ha formato un gruppo chiamato Gravitas con Ron Miles e Peggy Lee. Alla fine si trasferì a Seattle, dove fu influenzato dalla fiorente scena creativa delle città.

Come compositore, pianista e tastierista, Wayne Horvitz è una figura prolifica e influente nel mondo del jazz. Ha collaborato con diversi artisti, tra cui Bill Frisell, John Zorn e Joe Hill. Le sue opere sono state presenti su centinaia di CD, di cui 30 come leader. Il suo lavoro musicale è ampiamente riconosciuto e ben accolto dal pubblico. È ampiamente acclamato per il suo uso innovativo di strumenti jazz e elettronici.

Carriera iniziale

Nato a New York City nel 1955, Michael Horvitz è stato esposto a una varietà di generi musicali da bambino. Aveva due fratelli maggiori che ascoltavano la musica psichedelica della fine degli anni '60. Più tardi, ha scoperto la musica dell'anima e di Motown di Washington D.C. e ha sviluppato un gusto musicale eclettico. Da allora ha composto i punteggi per una varietà di programmi televisivi e film, tra cui diversi per PBS.

Un musicista appassionato, Horvitz è interessato alla musica delle acque fangose e della tradizione popolare. Aresse a Otis Spann con una profonda influenza sul suo sviluppo musicale. Si è anche ramificato in stili rock, folk e jazz. Oltre a una vasta gamma di generi, ha girato a livello internazionale, esibendosi con band come Grateful Dead, The Legendary Blues Trio e The Band Muddy Waters.

Oltre a Jazz, Horvitz ha composto per film, teatro, troupe di danza e teatro. I suoi album esplorano molte sfaccettature del jazz, dall'improvvisazione all'improvvisazione gratuita. Horvitz ha anche lavorato a opere ispirate al lavoro del leggendario poeta del Northwest Pacifico Richard Hugo. La sua musica è eclettica e le sue registrazioni lo rivelano. Anche il suo lavoro da solista combina elementi classici con nuove tecnologie. E quando si tratta del mondo del jazz, il futuro sembra luminoso per Horvitz.

Album

Quando si tratta della varietà di stili trovati negli album jazz, Wayne Horvitz ha una vasta gamma di influenze. I suoi album vanno dal post-bop a art-rock e funk elettrico. Ha anche lavorato su punteggi cinematografici, teatro e troupe di danza. Le sue diverse influenze lo rendono uno dei musicisti jazz più versatili del nostro tempo. Di seguito sono elencati solo alcune delle sue uscite più note.

Nato a New York City nel 1955, Michael Horvitz trascorse la sua giovinezza in California. A dodici anni, tornò in città dove la sua formazione di musica classica e jazz fu affinata. Dopo aver scoperto la musica blues di Otis Spann, ha iniziato a suonare il piano. Più tardi, andò all'Università della California, a Santa Cruz, dove studiò jazz. Durante la sua vita, Horvitz ha continuato a fare musica fresca, eccitante e unica.

Dopo aver lasciato l'Università di Washington, Horvitz era attivo in vari gruppi musicali e ha iniziato a esibirsi in luoghi di tutto il mondo. Ha formato il presidente della fusione elettrica nel 1985. Presenta Horvitz su tastiere elettroniche e altri strumenti ed era ancorato dal chitarrista Bill Frisell. Altri membri dell'ensemble includevano il sassofonista David Sewelson e il percussionista Robin Holcomb. I gruppi suonano attraversati da sperimentali al folkish, che vanno dal decisamente jazz.

Concerti

In prima linea nella musica classica jazz e contemporanea, il compositore e pianista Wayne Horvitz ha vinto una varietà di premi, tra cui il Doris Duke Performing Artist Award. Oltre ad essere il destinatario del premio, Horvitz ha creato musica per la cucina, Kronos Quartet, Brooklyn Academy of Music, New World Records, Seattle Chamber Players e Earshot Jazz. È un collaboratore frequente con artisti rinomati come Bill Frisell, Robin Holcomb, Reggie Watts e molti altri.

Un musicista di Seattle, Horvitz è un volto familiare al pubblico di Seattle. Frequente collaboratore con il bassista Sara Schoenbeck, faceva parte della scena musicale di Seattle alla fine degli anni '70. Questo musicista e compositore era un fan dell'opera dell'arte americana, tra cui la musica jazz e blues. Erano anche amici del leggendario compositore John Zorn e il duo ha collaborato con altri musicisti nella scena jazz di Seattle.



Francesco Rota

Compositore, direttore creativo, supervisore audio, sceneggiatore, direttore del doppiaggio presso la produzione cinematografica "GD Major Entertainment" Consigliere d'amministrazione, direttore artistico ed organizzatore eventi di "Green Fashion Week". Ho frequentato il corso di Informatica Musicale presso l'Università statale di Milano, il corso di composizione presso il conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano ed il corso di Sound Design PRO presso l'istituto NAM, sempre a Milano. Music Informatics, University of Milan. Music Composition, Conservatory "G. Verdi", Milan. Sound Design PRO, NAM (New Modern Music Academy), Milan.

📧Email | 📘 LinkedIn