Migliori Victor Feldman Jazz nel 2022

Pianista jazz, vibrafonista e percussionista

Molte persone conoscono Victor Feldman come pianista, ma sapevi che ha anche giocato a Marimba, vibrazioni, clavicembalo e clavicembalo? Victor Feldman era un polistrumentista che suonava in alcune delle registrazioni più famose del jazz. Oltre ad essere un leader della band, Feldman ha anche registrato un musicista di sessione. In questo articolo, esplora la vita e la carriera del leggendario polistrumentista.

Victor Feldman era un polistrumentista

Conosciuto come uno dei migliori pianisti del jazz, Victor Feldman era un musicista versatile con una sensibilità innata per l'armonia e il ritmo. Durante la sua prolifica carriera discografica, Feldman ha lavorato con grandi artisti come Woody Herman, Nat Adderley, Hubert Laws e tenore sassofonista John Klemmer. Nel 1978, stava completando una serie di registrazioni quando ricevette una chiamata dal proprietario di una società di elettronica giapponese, Yupiteru. Il proprietario era un fan del jazz e ha chiesto a Victor di registrare sei brani per il New Jazz LP di Companys.

Dopo aver fatto un tour con la Woody Herman Band, Feldman si stabilì a Los Angeles e iniziò a lavorare con il faro All Stars. In seguito si unì alla band di Henry Mancini nello show televisivo Peter Gunn e si esibì in Unione Sovietica con Benny Goodman. Nel 1962, Feldman ha collaborato con Miles Davis per scrivere una canzone chiamata Seven Steps to Heaven for the Musician. Feldman è stato sostituito da Herbie Hancock, che in seguito avrebbe continuato a affermarsi come una star jazz internazionale.

Feldman ha iniziato la sua carriera come batterista e poi ha continuato a lavorare come vibrafonista e pianista. In Inghilterra, ha studiato con il leggendario uomo di Londonmallet Carlo Krahmer. I suoi studi includevano piano, armonia, composizione e teoria. Si è anche esibito con Elton John, Joni Mitchell e Cher. Victor Feldman ha anche suonato con Frank Zappa, Freddy Hubbard, Johnny Cash, The Beach Boys, Bobby Darin, Christopher Cross e Stan Getz.

Victor Feldman è considerato uno dei più grandi musicisti jazz a tutto tondo. Nato nel 1934 in Inghilterra, iniziò a esibirsi nel jazz in tenera età e fece la sua prima registrazione all'età di otto anni. Ha anche suonato il piano all'età di nove anni ed era conosciuto come Kid Krupa dopo il batterista americano Gene Krupa. Dopo aver vinto cinque importanti premi per la rivista di musica, Feldman è emigrato negli Stati Uniti, dove ha forgiato una carriera di successo.

Suonava piano, vibrazioni, marimba, clavicembalo

Il grande musicista jazz britannico Victor Stanley Feldman, scomparso l'8 dicembre, era un maestro di compressione. La sua discografia è piena di esempi di assoli abbreviati e capolavori in miniatura. Ha condiviso i riflettori con un batterista e un bassista ed è stato eseguito in vari gruppi, tra cui il leggendario Ellis Herb. La sua musica è stata elogiata da un vasto pubblico, tra cui appassionati di jazz e fan della musica classica.

Feldman ha affinato la sua abilità al piano negli ultimi anni. Il suo gioco è diventato sempre più sofisticato, tra cui blocchi di accordi, frasi a pressione a fuoco rapido e linee cross-bar. Ha anche incorporato alcuni cantanti nella sua band, tra cui Fred Tackett e Paula Vogel. Feldman era un leader eccellente e i suoi assoli sono accompagnati da un sestetto di musicisti.

L'album si apre con solo per i ballerini, una canzone scritta da Sy Oliver che è stata successivamente immortalata dalla Jimmie Lunceford Band. Feldmans Cording mostra influenze di Red Garland. Il suo assolo è altrettanto forte su Marimba e Pogliretaio. Il clavicordro, che chiude la pista, dimostra vincitori che coltivano capacità di tastiera.

Mentre questo album non è mai stato pubblicato commercialmente, è ancora uno dei migliori album del suo genere. Feldman suonava piano, Marimba, clavicembalo, e fu un'influenza su Miles Davis e altri importanti musicisti jazz. Non sorprende che un musicista così abile non sia mai stato emesso su CD, ma è una testimonianza del suo talento.

Altri strumenti in questa registrazione includono Vicente Xavier su Bass e Leroy Vinnegar al pianoforte. Feldman suonava anche pianoforte, vibrazioni, marimba e clavicembalo. Era un grande polistrumentista. L'album Jasmine presenta canzoni di Victor Feldman, Lennie Bush e Bob Whitlock.

Era un leader della band

Victor Feldman era pianista, vibrafonista e batterista-percussionista. Sebbene abbia trascorso gran parte della sua vita come musicista in studio, i contributi di Feldmans al jazz sono stati significativi. Durante gli anni '60, Feldman ha basato la sua carriera a Los Angeles. Nel 1961, fu invitato a giocare con il leggendario Cannonball Adderley in una sessione di registrazione All-Star. L'album, Cannonball Adderley e i vincitori del sondaggio, è stato rilasciato nel 1961. L'anno successivo, Feldman fu chiamato nella band, sostituendo Wynton Kelly. Durante gli anni '60, Feldman apparve in due album di Cannonball Adderley, Quintet a Lighthouse e Quintet Plus.

La carriera musicale di Victor Feldmans è iniziata negli anni '50. Si è esibito nella Woody Hermans Band come batterista. Il suo lavoro nella band è stato riconosciuto e il suo talento è stato scoperto. È stato assunto come batterista da Herman e ha trascorso i successivi 18 mesi con la band. Nel 1960, registrò la Suite Album Suite a Londra, che presentava una sezione di corno e diverse composizioni originali.

Il talento e la creatività di Feldman lo hanno reso un giocatore unico, mentre ha lasciato il jazz per registrare e lavorare nella musica popolare. Ha scritto canzoni per Joni Mitchell e Steely Dan. Si chiamava immortalato in Inghilterra, dove guadagnò presto come Kid Krupa. Nonostante il suo successo nel jazz, Feldman raramente suonava la batteria in pubblico, preferendo suonare piano e vibrazioni.

Victor Feldman ha suonato con vari gruppi jazz e ha accompagnato molte stelle. Ha registrato con artisti come Frank Sinatra, Neil Diamond, Steely Dan, Doobie Brothers e Kenny Loggins. Il suo nome è apparso su innumerevoli tracce sonore di film. Morì all'età di 53 anni di complicazioni legate all'asma. Il funerale si terrà al Pierce Brothers Valley Oaks Memorial Park, Westlake Village. Tuttavia, la musica di Feldmans non è dimenticata dai suoi fan.

Era un musicista di sessione

Victor Feldman è diventato per la prima volta un notevole musicista jazz dopo essersi esibito con Zoot Sims e Art Pepper nelle loro prime esibizioni. I due facevano parte di un concerto all'UCLS Royce Hall nel 1960. Victor li ha accompagnati su piano e basso. I due hanno anche collaborato con i batteristi Barney Kessel e Billy Higgins. Questa è stata la prima esibizione registrata del loro duetto, Art N Zoot.

Era un bambino prodigio che suonava la batteria per Glenn Miller Army Air Force Band all'età di sette anni. All'età di 13 anni, ha guidato la sua prima data di registrazione. All'inizio degli anni '50, era passato a suonare le vibrazioni. Feldman ha fatto molte registrazioni in Inghilterra, tra cui un album, Suite Sixteen, che è stato ristampato come un classico jazz originale. Successivamente, Feldman divenne parte della scena jazz della West Coast, lavorando con le All-Stars del faro e registrando molte composizioni originali.

L'album presenta anche diverse composizioni originali di Victor. Troppo blu è stato il tema musicale Victors per un periodo. La canzone presenta una superba vibrazione da solista e otto cori infusi blues. La versione di Victor di Anna del film vincitore dell'Oscar The Rose Tattoo presenta anche un assolo di basso. Feldman ha anche contribuito con Alley Blues e ha oscillato su una star di altri album in studio.

Quando si trasferì a Los Angeles, Feldman era diventato così popolare che era molto richiesto come musicista di sessione. Ha prestato una nuova dimensione a molte registrazioni popolari e ha aggiunto il suo tocco soul a molte delle canzoni di quegli album. Oltre a suonare le vibrazioni su Steely Dan Black Cow, Feldman ha anche fornito l'introduzione a Rikki non perdere quel numero.

Era un compositore



Francesco Rota

Compositore, direttore creativo, supervisore audio, sceneggiatore, direttore del doppiaggio presso la produzione cinematografica "GD Major Entertainment" Consigliere d'amministrazione, direttore artistico ed organizzatore eventi di "Green Fashion Week". Ho frequentato il corso di Informatica Musicale presso l'Università statale di Milano, il corso di composizione presso il conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano ed il corso di Sound Design PRO presso l'istituto NAM, sempre a Milano. Music Informatics, University of Milan. Music Composition, Conservatory "G. Verdi", Milan. Sound Design PRO, NAM (New Modern Music Academy), Milan.

📧Email | 📘 LinkedIn