Migliori Van McCoy Jazz nel 2022

Van McCoy Jazz CDS

Se stai cercando un CD Van McCoy Jazz, questo articolo ti darà alcune scelte diverse. Imparerai a conoscere la sua prima registrazione, Disco Baby e l'influenza di McCoy Tyner. Quindi, imparerai a conoscere la sua relazione con Kendra Spotswood, noto anche come Sandi Sheldon. La loro relazione è durata cinque anni e includeva musica registrata professionalmente. Sfortunatamente, la loro relazione si è conclusa quando McCoy ha firmato un contratto con la Columbia Records.

Van McCoy Disco Baby

Van McCoy Disco Baby è il suo secondo album in studio. L'album è stato pubblicato sull'etichetta AVCO. Questo album presenta una varietà di suoni da discoteca ed è stato prodotto da Van McCoy. L'album è uno dei suoi migliori ed è stato l'ispirazione per molte canzoni e remix. Ecco una recensione di questo album. Questo album è un must per qualsiasi fan della discoteca!

Alla sua uscita nel 1983, Disco Baby è stata una partenza radicale dai primi lavori di McCoys. Mentre i suoi primi dischi si sono concentrati sulla scrittura per i cantanti, Disco Baby era incentrato sulla produzione, il beat e la traccia. Era un record che era più adatto ai DJ del club che alle stazioni radio. La sua produzione era così alta energia che i clugoers potevano ballare intorno al blocco.

Negli anni '70, McCoy era un cantautore e produttore di artisti soul, come Jackie Wilson, Chuck Jackson e Gladys Knight & the Pips. Tuttavia, a metà degli anni '70, divenne un giocatore importante nell'era della discoteca. Il suo album Disco Baby ha fatto la storia come il primo Disco LP a colpire il primo posto nelle classifiche Billboard R&B e Pop, e ha guadagnato i copyright di Musician 700 Song. Questo album ha ricevuto numerose nomination ai Grammy, tra cui uno per il miglior album R&B.

McCoy Tyner Jazz

Un famoso pianista jazz, McCoy Tyners Musical Legacy continua a ispirare la scena jazz. Il suo suono distintivo è nato dal blues, ma era anche adatto al jazz d'avanguardia. I tratti distintivi di Tyners che suonano sono facili da spiegare e sono meno ludici degli attacchi a sorpresa dei monaci. Il suo modo di suonare è immediatamente riconoscibile, anche oggi, come dimostra il suo capolavoro del 1967, il vero McCoy.

Inizialmente un improvvisatore, la carriera iniziale di Tyners è stata caratterizzata dal suo stile virtuoso, che ha portato alla sua inclusione nella band Coltranes. Questo stile è diventato anche un marchio di dischi jazz degli anni '60, tra cui gli album di riferimento del sassofonista tenore Joe Henderson, il trombettista Freddie Hubbard e il vibrafonista Bobby Hutcherson.

Un classico pianista jazz, McCoy Tyners Music trascende i confini musicali e ispira l'ascoltatore ad elevare la sua coscienza. Oltre a comporre e suonare, McCoy Tyner è stato l'ultimo membro sopravvissuto del leggendario quartetto John Coltrane, che includeva il bassista Jimmy Garrison e il batterista Elvin Jones. In effetti, le sue improvvisazioni jazz hanno permesso a Coltrane di salire ben oltre i concetti jazz. Il pianista ha anche fondato la sua etichetta, McCoy Tyner Music. Nel 2002, è stato nominato master jazz dalla National Endowment for the Arts. Gli è stato anche assegnato un dottorato onorario dal Berklee College of Music.

Nato nella Carolina del Nord, Tyner ha trascorso gran parte della sua prima vita a Filadelfia. La diversità culturale e il fiorente industriale delle città lo hanno reso una delle città più ricche del mondo per il jazz e il blues dopo la fine della seconda guerra mondiale. A Filadelfia, la grande migrazione degli afroamericani ha portato a una vasta gamma di stili musicali. Big Band Jazz, Blues, Vangel Spirituals e New Orleans Jazz ha dominato la città. Il ritmo della vita è cambiato e la musica folk che è emersa rifletteva questo.

Dalla discoteca all'amore

Mentre era ancora al liceo, Van McCoy si è unito a un gruppo chiamato The Starlighters, fungendo da cantante, scrittore e direttore musicale. Nel 1956, pubblicarono il loro primo singolo, un disco di danza novità. Questo unico interesse locale ha generato e McCoy è stato presto invitato a visitare la costa orientale con le Bursides VI. Ha abbandonato la Howard University per andare in tournée con il gruppo e ha iniziato la sua etichetta discografica, Rockin Records.

Da bambino, McCoy ha iniziato a cantare nel coro della chiesa. Crescendo a Washington, D.C., di Washington, DC, era costantemente circondato dalla musica. Durante la sua adolescenza, ha iniziato a scrivere ed eseguire le sue canzoni. Alla fine si è trasferito nel lato della produzione del settore della musica e ha avuto un enorme successo come produttore. Il suo lavoro durante l'era della discoteca ha segnato una svolta nella sua carriera.

La sua carriera musicale si estendeva negli anni '60, mentre collaborava con i produttori leader del mondo. Durante questo periodo, McCoy ha firmato con una grande casa editrice musicale, April-Blackwood, e ha scritto diversi successi. Ciò ha portato a un tour mondiale, che McCoy in seguito ha fatto un tour con il suo ensemble. Si è anche esibito nel leggendario leggendario di Yorks Avery Fisher Hall e ha fatto diverse apparizioni in album di compilation jazz postumo.

Il primo successo degli album, The Hustle, ha caratterizzato McCoy alla voce. Scritto e registrato in meno di un'ora, è diventato il primo grande inno da discoteca e un Grammy. Van McCoy in seguito ha riconosciuto di sentirsi a disagio con il ruolo di Hitmaker da discoteca. Tuttavia, il successo degli album si è riflesso nella popolarità degli album. Una riedizione dell'album sarebbe inevitabile.

Il trambusto

The Hustle of Van McCoy è un album del cantante, cantautore e produttore americano che è stato pubblicato nel 1975. Van McCoy, nato il 6 gennaio 1940, morì all'età di 39 anni. Il suo primo sviluppo musicale è iniziato con un coro presso la Metropolitan Baptist Church. All'età di dodici anni, aveva iniziato a scrivere le sue canzoni ed esibirsi in spettacoli dilettanti. Suo fratello Norman Jr. si unisce anche occasionalmente anche a lui sul palco per accompagnarlo.

L'album contiene 15 tracce di discotene vivaci e classiche canzoni soul degli anni '60. Questo album è stato registrato al Media Sound Studio di New York. Lì, incorporava pianoforte, basso, chitarre e tastiere nelle canzoni. L'album è anche degno di nota per la sua inclusione di tracce bonus che sarebbero state difficili da includere sul piatto in vinile. Il trambusto di Van McCoy Jazz ha guadagnato recensioni entusiastiche da critiche e fan.

Nel 1975, Van McCoy registrò la canzone The Hustle. Questa canzone è stata uno dei più grandi successi in discoteca di quel tempo. Ha raggiunto il picco al primo posto nelle classifiche di Billboard ed è stato successivamente presentato nelle colonne sonore di oltre una dozzina di film. Ha vinto un Grammy Award per la migliore performance strumentale pop. L'album ha anche guadagnato il titolo di riunione di famiglia.

Visione McCoy Tyners

Uno degli album più celebri di Van McCoys è il jazz per la gente, che presenta il sassofonista che raddoppia con il suo trio. È un'introduzione essenziale al mondo musicale del jazz. In questo nuovo libro, Van McCoy rivela come il Sound Masters ha influenzato l'evoluzione del jazz moderno. Discute l'impatto della rivoluzione jazz sulla scena musicale di Filadelfia.



Graziano Capponago

Giornalista professionista dal 1999. Profondo conoscitore della Svizzera (posso vantarmi di essere stato in tutti i 26 cantoni) affronto con entusiasmo la sfida, Magazine online dedicato alla cultura, alle tradizioni e ai viaggi nella Confederazione elvetica. Ho iniziato la carriera come giornalista sportivo in una radio locale di Cologno Monzese occupandomi di rugby, sport che pratico tuttora. Laureato in lingue nordiche, ho cominciato a scrivere di viaggi per l’allora Gente Viaggi con un articolo su un’isoletta della Danimarca per poi iniziare a collaborare con diverse altre testate. Ho lavorato anche in RAI a Milano, per due anni, al TG3 dove mi sono occupato di cronaca e a RAI Sport Sat.

📧Email | 📘 LinkedIn