Migliori Trio Jazz nel 2022

Strumenti di trio jazz

Il trio jazz è composto da tre musicisti jazz, di solito un pianista, doppio bassista e batterista. Questo tipo di band jazz prende spesso il nome dal suo leader. Oltre al piano, altri strumenti vengono utilizzati nei trii jazz. Ecco alcuni degli strumenti più popolari utilizzati nei trios jazz. E se stai cercando di suonare uno strumento che non è incluso nella tua band jazz, puoi sempre aggiungerne uno da solo! Puoi sempre aggiungere un set di batteria a Jazz Trio.

Strumenti in un trio jazz

Quando si forma un trio jazz, ci sono diversi fattori da considerare. Innanzitutto, decidi quale materiale vuoi suonare. Idealmente, vorrai usare una miscela di stili, con un po 'del materiale puramente jazz e alcuni disposti per coprire una varietà di generi. I trios jazz sono particolarmente versatili se ogni musicista suona più strumenti. Sarai sorpreso da quanti arrangiamenti puoi creare!

Gli strumenti in un trio jazz variano di dimensioni, ma un set standard è un pianista, un doppio bassista e un batterista. Trios di solito portano i nomi dei loro leader, come il Bill Evans Trio, che presentava Scott Lafaro su Bass, Fred Marshall e Jerry Granelli. Strumenti come la tromba sono comunemente ascoltati nei trii jazz e hanno un suono luminoso e audace. Il piano fornisce spesso l'overture e suona parte della melodia, mentre lo strumento principale prende un assolo.

Una delle combinazioni più popolari di strumenti nel jazz è un piano e un sassofono. Il sassofono divenne popolare con l'ascesa della musica jazz e la combinazione dei due strumenti si presta a una varietà di stili jazz. Il pianista copre gli accordi mentre il sassofono suona la melodia. Il chitarrista, a sua volta, può solo su cambi di accordo.

Il set di tamburi ha diverse parti, ma di solito è minimo in un ensemble jazz. Il tamburo più basso viene suonato con un pedale, mentre l'Hi-Hat viene giocato con due piccoli piatti. Il rullante si gioca con bastoncini e ha un attacco acuto. Il piatto di crash viene utilizzato per punteggiare l'intensità e aggiungere colore al suono generale. Un sassofono è uno strumento con una gamma ancora più versatile di un pianoforte.

La famiglia sassofono contiene soprano, tenore, contralto e baritono. Il baritono è una varietà più rara, ma il tenore è il più comune. I sassofoni sono strumenti monofonici, il che significa che suonano una nota alla volta. Di solito fungono anche da melodia di una composizione. Un trombone, d'altra parte, è uno strumento di ottone che utilizza una diapositiva per cambiare il suo tono.

Tra gli strumenti jazz più popolari, i sassofoni sono forse i più famosi. I sassofoni sono disponibili in diverse dimensioni, con tenore e Alto che sono i più popolari. Alcuni jazz giocatori suonano il soprano, un tipo che ha reso famose leggende jazz come John Coltrane. Altri scelgono il baritono. Tuttavia, non importa quale stile di musica jazz ti piace, sei sicuro di trovare lo strumento perfetto per il tuo gruppo jazz.

La sezione ritmica è la spina dorsale di una band jazz. È essenziale suonare ritmi con anima e intensità. Senza ritmo, nessuna musica. I ritmi sono il fondamento della musica jazz e senza di loro, un trio jazz è inefficace. La sezione ritmica è composta da tre diversi strumenti: bassi, rullante e piatti. Tutti questi strumenti contribuiscono al suono generale della band.

Strumenti utilizzati in un trio jazz

Il trio jazz è la configurazione più comune ed è composto da tre musicisti: un basso, una chitarra e un pianoforte. Diverse coppie scelgono di utilizzare un singolo strumento melodico, mentre gli altri due suonano strumenti ritmici. La chitarra o la tastiera suonano le melodie e gli accordi per lo strumento principale, mentre il basso trasporta la base ritmica e armonica. A seconda dello stile, i musicisti jazz possono usare due o tre strumenti.

Gli strumenti utilizzati in un trio jazz variano in lunghezza e complessità. La prima voce è spesso la melodia principale, con la seconda voce che fornisce le seconde linee melodiche. Tradizionalmente, si prevedeva che la seconda voce giocasse variazioni altamente ornamentali della melodia per integrare la prima. Le prime band jazz includevano spesso violini e viole. Alla fine, il ruolo della seconda voce è stato visto come un contrappunto melodico essenziale al primo.



Giulio Fasano

Negli ultimi 25 anni ho lavorato nel mondo della musica e della televisione con diversi ruoli e responsabilità, (Grandi case discografiche, gestione di band, gestione di tour, una piattaforma per il karaoke, brokeraggio di diritti TV), ho creato la mia società di consulenza musicale e ho sono anche un orgoglioso partner di un marchio di moda.

📧Email | 📘 LinkedIn | 🐦 Twitter