Migliori Tigran Hamasyan Jazz nel 2022

Fatti di tigre - il gatto più grande del mondo

Sapevi che la tigre è il gatto più grande del mondo? Questo grande gatto pesa fino a 300 chilogrammi e misura 3,3 metri di lunghezza. È anche un cacciatore solitario ed è altamente territoriale. La tigre del Bengala è più piccola a circa 2,5 metri e pesa tra 115 e 145 chilogrammi. Continua a leggere per saperne di più su questo magnifico gatto. Bene discutere il suo habitat e il modo in cui sopravvive in natura.

La tigre è un gatto solitario

La tigre è un gatto solitario. Sebbene sia il più grande gatto del mondo, il suo stile di vita lo rende vulnerabile a più predatori rispetto ad altri gatti, come i leoni. Devono fare i conti con lupi, cani selvatici e orsi di diversi tipi. Le tigri secondarie possono anche affrontare la concorrenza dei leopardi. Nel 1857, una tigre di nome Temple assunse il più grande orso nero che Corbett avesse mai visto. La tigre alla fine attaccò e uccise l'orso nero, lasciando ferite profonde nella sua fitta pelliccia.

Una tigre ha forti istinti territoriali, che rendono essenziale cacciare in coppia. Nel loro territorio, le tigri monitorano altre tigri e distinguono i loro territori usando i marchi di profumo. Le tigri femminili hanno territori sovrapposti con i maschi, mentre le tigri maschi sono meno territoriali. La tigre femmina ha spesso una tana preferita. La dimensione del territorio delle Tigri varia notevolmente a seconda della quantità di prede presenti in un dato habitat.

In natura, le tigri cacciano da sole, ma in alcune aree condividono i territori con i leoni. Vivono in fitte foreste, rendendo loro più facile nascondersi e cacciare senza essere notati. Inoltre, sono in grado di nascondersi nei rifugi circostanti e aspettare che le loro prede si avvicinino a loro. Una volta localizzata la preda, le tigri possono ucciderlo con una mossa rapida.

Caccia da solo

Come i leoni, le tigri vivono uno stile di vita solitario. Questo perché non possono beneficiare della caccia al gruppo e non possono fare affidamento sugli altri per il cibo quando sono incinta. Anche una sopravvivenza delle tigri è a rischio prima della parto. Le tigri trascorrono i loro primi 10 mesi di vita a bere latte e mangiare cibo, ma imparano a dare la caccia a un gioco innocuo con la madre. Le tigri raramente cacciano nei pacchetti;Stanno meglio a caccia da soli perché possono facilmente perseguitare e tendere un'imboscata alle loro prede. Questi animali vivono in foreste alte in cui gli alberi rallentano predatori e cespugli permettono alla preda di fuggire. Questo dà loro una migliore possibilità di sopravvivenza.

Una dieta Tigri varia ampiamente, ma consiste in gran parte di cervi, leopardi e gaur. Oltre a questi mammiferi, le tigri mangiano anche uccelli e termiti. Si lanceranno in preda per ucciderli e trascinarli in un posto tranquillo. La loro dieta è sorprendentemente varia, poiché una tigre può mangiare fino a 20 libbre di carne durante un pasto da sola notti.

Le strisce di tigri lo aiutano a fondersi con l'ambiente circostante. È un predator eccellente, con denti affilati, artigli affilati e un morso potente. Ha pochissimi nemici nel suo territorio. Possiede anche una grande furtività, quindi può silenziosamente sgattaiola in preda. Questo aiuta a evitare di causare il minor danno. Una tigre rimarrà ad almeno 20 piedi dalla sua preda prima di colpire.

È territoriale

Non ci sono regole rigide nel territorio di tigre, ma ci sono alcuni segni di comportamento territoriale. Le tigri generalmente cacciano da sole e vagano per circa 20 miglia a notte. Devono anche consumare da trenta a quaranta chili di carne ogni settimana, quindi una tigre maschio può prendere 20 cacce separate per portare un'uccisione. Generalmente, le tigri femminili hanno bisogno di un territorio che si trova a otto miglia quadrate in Nepal e fino a 200 miglia quadrate in Russia. Le tigri maschi possono vivere in territori di qualsiasi dimensione e sovrapporsi alle femmine.

Poiché le tigri cacciano la degna preda, spesso confondono un umano accovacciato per una tigre. La tigre lavora da una mentalità di agguato e usa l'elemento di sorpresa per attaccare. Gli piace anche scherzare le persone, quindi fissarle può farle attaccare. Tuttavia, se ti avvicini a una tigre, le possibilità di essere attaccate aumenteranno notevolmente.

I segni di Tigri sono bassi sul suo corpo. Durante la stagione dell'accoppiamento, le tigri segnano il loro territorio spruzzando l'urina sugli alberi. Spruzzano sugli alberi a circa quarantaquattro pollici dal suolo e si trovano nel naso. Lo fanno per rassicurarsi che il territorio è loro. Questo comportamento è spesso accompagnato da un estro di tigre femmina. Tuttavia, raramente spruzzano cespugli bassi.

È opportunistico

Mentre le tigri si nutrono principalmente di animali di medie dimensioni e grandi, sono anche in grado di strappare una preda più piccola. Le tigri femminili raggiungono la maturità sessuale a 3-4 anni e maschi a quattro o cinque anni. Si riproducono tra novembre e aprile. Il periodo di gestazione è di circa 16 settimane. I cuccioli sono nati ciechi e indifesi e non lasciano la madre fino a quando non hanno circa due anni e mezzo.

Mentre le tigri generalmente evitano gli umani, non sono immuni da loro. Sono in grado di attaccare gli umani quando vengono colti di sorpresa o hanno giovani. Possono anche colpire la loro preda negli occhi. Di conseguenza, coesistono pacificamente in un'area in cui Tigri e leopardi condividono prede abbondanti. Di conseguenza, le tigri possono controllare efficacemente la popolazione di lupi in un'area.

Attacca gli umani



Graziano Capponago

Giornalista professionista dal 1999. Profondo conoscitore della Svizzera (posso vantarmi di essere stato in tutti i 26 cantoni) affronto con entusiasmo la sfida, Magazine online dedicato alla cultura, alle tradizioni e ai viaggi nella Confederazione elvetica. Ho iniziato la carriera come giornalista sportivo in una radio locale di Cologno Monzese occupandomi di rugby, sport che pratico tuttora. Laureato in lingue nordiche, ho cominciato a scrivere di viaggi per l’allora Gente Viaggi con un articolo su un’isoletta della Danimarca per poi iniziare a collaborare con diverse altre testate. Ho lavorato anche in RAI a Milano, per due anni, al TG3 dove mi sono occupato di cronaca e a RAI Sport Sat.

📧Email | 📘 LinkedIn