Migliori Steelheart Rock classico nel 2022

Una recensione di Steelheart - A Rock Classic

Se sei un fan del heavy metal, allora questa recensione dell'album di debutto omonimo è per te. Discuteranno anche il loro secondo album, Tangled in Reins, e il terzo album, Wait. La band ha anche pubblicato un album dal vivo a Milano nel 2018, Good 2B Alive. Anche se non ho esaminato ogni singolo album, ho pensato che scrivesse alcune delle tracce più influenti di Steelheart.

Album di debutto omonimo Steelhearts

La prima uscita di Steelheart è stata il loro album di debutto omonimo, pubblicato nel 1990. Mentre i critici inizialmente li hanno confrontati con Led Zeppelin, il suono dei gruppi era molto più moderno. La cantante delle band, Caleb Wilde, è un direttore funebre di sesta generazione. Nonostante ciò, l'album di debutto delle band è diventato rapidamente un album più venduto in Giappone. L'album di debutto omonimo band da allora è diventato un venditore di platino.

Nel 1992, la band stava visitando il loro album di debutto omonimo e la band ha ricevuto un accordo discografico. Tuttavia, la loro ascesa è stata interrotta da una capriata leggera che cade. Dopo l'uscita del loro secondo album, Tangled in Reigns, la band si è sciolta, solo per riformarsi nel 1996. La nuova formazione ha ottenuto il plauso critico e ha venduto milioni di record. I fan delle band erano elettrizzati dalla loro nuova formazione e l'album omonimo band è ora considerato uno dei loro migliori.

La band ha seguito il suo album di debutto omonimo con tre singoli, tra cui Ill Never Let You Go. L'album omonimo band ha raggiunto il picco al numero 7 nella classifica di Billboard nel maggio 1990. Ha caratterizzato un singolo di successo, non ti ha mai lasciato andare, che ha superato le classifiche. La band ha girato il mondo e ha recentemente annunciato che suonerà AOR IX a Manchester il 20 agosto.

L'album di debutto omonimo dei gruppi ha venduto oltre 33.000 copie il suo primo giorno in Giappone e hanno continuato a raggiungere lo status di platino. Anche il loro secondo album, Telegram, ha raggiunto lo status di platino ed è stato ampiamente abbracciato in tutta l'Asia orientale. I primi due album di band sono stati seguiti da singoli di successo, è andata e non ti lascerò mai andare.

Il loro secondo album si aggrovigliava in Reins

Formato nel Connecticut nel 1989, Steelheart si diresse a L.A. entro il 1991, rilasciando il loro album di debutto omonimo. La band ha guadagnato la notorietà come una delle prime band ad entrare nella scena metal. Il loro suono contagioso ha guadagnato loro confronti con artisti del calibro di Led Zeppelin, Ratt e altri atti simili. Indipendentemente dalla loro popolarità, hanno continuato a impressionare i fan in tutto il mondo.

Tangled in Reins ha segnato le band che tornano sulla scena nel 1997, un anno dopo l'uscita del loro album di debutto. SteelHearts Sound era molto più aggressivo e che ricorda le guns n rose che nel loro primo album, anche se ha raggiunto le classifiche di Billboard. La loro mama di ballata non piangi ha raggiunto il primo posto in molti paesi dell'Asia orientale, tra cui Hong Kong, e ha portato la band a intraprendere il loro primo tour asiatico. A Hong Kong, una performance Live MTV Unplugged ha portato un pubblico di oltre 10.000 persone.

La nuova formazione era completa con l'aggiunta di Kenny Kanowski e Vincent Mele su chitarra e basso e il batterista Alex Makarovich. Il secondo album di Bands risultanti ha caratterizzato il successo We All Die Young, che ha raggiunto il numero 1 in diverse classifiche asiatiche. Tuttavia, l'invasione del grunge ha chiuso il mercato europeo americano al rock classico. Steelheart ha continuato in tournée per il mondo e James Ward si è unito alla band come cantante.

Negli Stati Uniti, Tangled in Reins non è riuscito a generare lo stesso brusio del suo predecessore, ma ha fatto eccezionalmente bene in Giappone e in Asia. Ha anche ricevuto la posizione grafica più alta possibile in Giappone. Un must-listen per i fan di Steelheart nei primi anni '90. Per i ventilatori di metallo heavy, aggrovigliato in redini è un must-listen. È un album potente che avvolgerà l'ascoltatore per la vita.

Il loro terzo album aspetta

Si è formata una nuova formazione quando Matijevic si è unito al gruppo e il terzo album delle band intitolato Wait ha raggiunto rapidamente il numero uno in Asia. La canzone di Bands We All Die Young era persino presente nel film rock star del 2001, e Matijevic è stato anche un cantante in primo piano nella colonna sonora. L'ultima uscita delle band, attraverso The Worlds of Stardust, è stata pubblicata su Frontiers Music.

I primi due album di Steelheart erano entrambi estremamente popolari e la musica band rimane popolare oggi. Il loro terzo album in studio, Wait, è stato acclamato dalla critica e ha venduto milioni di copie in tutto il mondo. Nonostante il fatto che l'attesa non fosse rivoluzionaria, i fan sono ancora felici dal suo suono pop-rock. Il suo lavoro di chitarra ispirato al grunge e ballate di potenza faranno sicuramente appello ai fan del rock.

A seguito di questa uscita, Steelheart è stato impegnato in tournée e rilascio di album e DVD. Di recente hanno pubblicato la loro critica acclamata attraverso Worlds of Stardust. Attualmente hanno oltre 340.000 ascoltatori di Spotify e oltre 170.000 follower sui social media. Nel frattempo, il cantante Miljenko Matijevic si è esibito con le porte leggendarie e ha suonato per oltre 60.000 fan.

L'album di debutto omonimo band è stato un successo commerciale in Giappone. In un giorno, 33.000 copie furono vendute solo in Giappone. La band ha continuato a raggiungere lo status di platino. Le band Ballad Mama Don't You piangono in picco al numero uno in diversi paesi dell'Asia orientale, tra cui Hong Kong. La canzone ha portato a un tour di Steelheart del continente asiatico. La versione scollegata di band a Hong Kong attira più di mille persone.

Il loro quarto album Good 2B vivi



Gianluigi De

La mia specialità è la gestione dei progetti di marketing. Anche la cura della musica, la creazione di contenuti, la produzione di eventi, la gestione degli artisti, il giornalismo, sono caratteristiche che sono state sviluppate attraverso le mie esperienze professionali. La musica è sempre stata la mia passione trainante senza distinzioni di genere. Ho iniziato come giornalista in TV e riviste locali, poi ho lavorato per il network televisivo internazionale MTV come Artist Coordinator. In seguito, ho lavorato per 7 anni presso il Dipartimento Marketing e Promozione della Warner Music. Poi, come freelance, ho collaborato con Universal Music come Exploitation Manager e Radio Plugger, oltre al mio ruolo di event manager e curatore musicale per l'evento di moda indipendente Chérie's Tree House. Ho lavorato anche per quasi 2 anni come Label Manager e A&R presso l'etichetta musicale indipendente italiana Nuvole Production, fondata dal cantautore Fabrizio De André e Dori Ghezzi e, sempre come freelance, ho collaborato per altri 2 anni presso Sempre Warner Music Italy (come Radio Promotion presso il Dipartimento di Elettronica e Danza). Da dicembre 2015 sono Project Manager presso Warner Music Italy, occupandomi di marketing e promozione di atti internazionali tra cui Warner Electronic e Dance dept. + Perché progetti di etichette musicali

📧Email | 📘 LinkedIn