Migliori Musica Classica nel 2022

Una breve storia di musica classica

Come amante della musica classica, dovresti sentirti a tuo agio a discutere di diversi stili e pezzi. Non c'è bisogno di preoccuparsi delle scuse per i tuoi gusti, poiché è perfettamente naturale avere preferenze. Tuttavia, dovresti anche saperne di più su compositori, strumenti e artisti. Quella che segue è una breve panoramica della storia della musica classica. Dopo aver letto questo articolo, dovresti sentirti più a tuo agio con la musica classica. Identificare i tuoi pezzi, approcci e artisti preferiti ti aiuterà a fare una scelta migliore delle opere che ti ispirano.

La storia della musica classica è modellata dai compositori e dalle loro influenze. Mentre la cultura occidentale è in gran parte influenzata dalla musica classica, le sue origini possono essere ricondotte a singoli compositori, gruppi e periodi. Ognuno di questi compositori ha avuto un impatto enorme sullo sviluppo della musica classica. Ecco alcuni esempi delle loro opere. Sono stati determinanti nello sviluppo della musica classica occidentale. Di seguito sono elencati alcuni dei principali compositori classici e le loro influenze.

Le donne hanno creato e composto musica classica per quasi quanto uomini. Alcuni hanno avuto successo e in grado di superare le barriere di genere e diventare compositori. Questo libro evidenzia alcuni di questi compositori classici femminili. I compositori sono elencati cronologicamente per paese ed era, insieme a schizzi biografici e descrizioni del loro corpo di lavoro. Una sequenza temporale è inclusa anche per le composizioni operatiche femminili. È importante notare che si tratta di un breve elenco di composizioni femminili e l'obiettivo principale dei libri è quello di fornire una maggiore comprensione della storia della musica classica.

I primi del ventesimo secolo hanno assistito a un cambiamento nello stile e nella forma di musica classica. Alcuni compositori sono rimasti fedeli alla tradizione classica, mentre altri hanno sperimentato diversi stili e tecniche. Il ventesimo secolo incorporava numerosi stili post-romantici e moderni di composizione. Parte della musica di questo periodo ha persino trasformato le colonne sonore del cinema. È importante conoscere le differenze tra musica classica e moderna per apprezzare ciò che ciascuno di questi stili ha da offrire.

Un grande progetto che coinvolge oltre 400 compositori è il navigatore musicale classico. Questo sito Web contiene informazioni biografiche, opere del compositore e registrazioni della loro musica. La biblioteca di base di opere elenca i compositori per genere, paese e stile. C'è anche un indice di forme e stili che raggruppa i compositori in base ai loro stili e opere. Il navigatore musicale classico include anche un glossario di termini e campioni audio per molti compositori.

Strumenti

Tradizionalmente, i violini sono stati realizzati interamente in legno. Oggi, tuttavia, alcuni modelli sono realizzati in metallo o plastica. Lo strumento è un tubo cavo con un bocchino a un'estremità e una serie di fori o chiavi nel mezzo. Premendo su diversi chiavi produce diverse note musicali e il suono prodotto dallo strumento è influenzato dalla quantità di aria che esce dallo strumento. Gli strumenti di questo tipo sono spesso chiamati Stradellas.

Mentre i violini sono ora in gran parte obsoleti nel rock moderno, il loro ruolo nella musica classica è ancora vitale. Il violino, per esempio, è stato usato nella musica folk britannica per secoli. Anche la moderna band rock Kansas usa violini per aggiungere un sapore popolare al loro suono. I giocatori di flauto usano una canna per produrre un suono alto e morbido. Il piccolo, d'altra parte, è realizzato in legno o metallo, ma ha un passo molto più basso rispetto al flauto.

Il doppio basso, anche chiamato bassi di stringa, è lo strumento a corda ad arco più grande. È un'ottava inferiore al violoncello e ha spalle inclinate che rendono più facile raggiungere le sue corde. Il doppio basso può contenere fino a cinque stringhe, incluso quello inferiore. Il doppio bassista deve stare in piedi o sedersi su uno sgabello alto mentre lo gioca. A differenza del violoncello, il doppio basso non può essere utilizzato nelle prestazioni da solista.

I violini sono sintonizzati in G-D-A-E-FLAT, ma possono anche essere suonati in accordature non standard, come G-FLAT e D-FLAT. Questo è noto come incrociato nella musica classica e scoradatura nella musica folk. Saint-Saens Danse Macabre usa Scordatura in E-Flat, mentre Bela Bartoks contrasta impiega la stessa messa a punto nel terzo movimento.

Influenza sulla cultura pop

Sia che sia attraverso la sua influenza sulle canzoni pop di oggi o sul linguaggio musicale del passato, la musica classica ha avuto un profondo effetto sulla nostra vita. Dal jazz agli stili corali come il Vangelo, la musica classica ha influenzato notevolmente la cultura popolare e si riflette oggi nella lingua usata da molti artisti popolari. Questa influenza può essere vista nel modo in cui la musica pop è composta, con molti artisti pop che cantano nei cori della chiesa quando erano giovani.

Diversi importanti pezzi di musica classica hanno influenzato la cultura pop, che vanno dalle canzoni Disney a Walter Murphys Disco Hit Roll Over Beethoven. Molti film e cartoni animati usano anche la musica classica come sfondo per i loro spettacoli. Charlie Brown è un classico esempio di musica classica incorporata nella cultura pop. E la lista continua. C'è molto di più alla musica classica oltre all'influenza duratura di Mozart, Beethoven e Chopin.

Le variazioni di Bachs Goldberg, per tre violini e un violoncello, sono diventate immediatamente riconoscibili quando sono state suonate nella canzone tutti insieme ora. E in Coorios C u quando arrivi lì, il riff di Bachs Goldberg Variations è stato presentato in entrambe le canzoni. Allo stesso modo, gli animali domestici hanno presentato in anteprima una canzone in omaggio ad Alan Turing, che ha scritto la famosa equazione per il calcolo della probabilità.

Simbolismo nella musica classica



Francesco Rota

Compositore, direttore creativo, supervisore audio, sceneggiatore, direttore del doppiaggio presso la produzione cinematografica "GD Major Entertainment" Consigliere d'amministrazione, direttore artistico ed organizzatore eventi di "Green Fashion Week". Ho frequentato il corso di Informatica Musicale presso l'Università statale di Milano, il corso di composizione presso il conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano ed il corso di Sound Design PRO presso l'istituto NAM, sempre a Milano. Music Informatics, University of Milan. Music Composition, Conservatory "G. Verdi", Milan. Sound Design PRO, NAM (New Modern Music Academy), Milan.

📧Email | 📘 LinkedIn