Migliori Edizione Limitata Jazz latinoamericano nel 2022

Edizione jazz latinoamericana limitata

Che tu sia un fan degli anni '50 Cha-cha-cha o un vero purista, l'edizione jazz latinoamericana limitata è destinata a essere un piacere. Elencati qui sono alcuni degli artisti più eccitanti da scoprire in questa nuova versione del CD. Sono inclusi anche pezzi di artisti come Jane Bunnett e David Sanchez. E non perdere le tracce bonus sul nuovo CD! Continua a leggere per scoprire di più su questi grandi artisti e le altre gemme incluse in questa nuova edizione deluxe.

Le melodie impennate della limitata edizione jazz latinoamericana di David Sanchez sono state un mio sogno di lunga data. Ho incontrato per la prima volta Sanchezs Work su una raccomandazione di amici. Il suo stile unico e sensibilità ai ritmi latini è una boccata d'aria fresca. Sanchez si è esibito in luoghi diversi come il Marriot Marquis a gennaio e il Baird Auditorium di Washington. Oltre alla sua fiorente reputazione internazionale, la sua musica è stata eseguita in un numero crescente di luoghi negli Stati Uniti.

I suoi talenti hanno portato a una carriera vincitrice del Grammy Award. Il suo lavoro con la Symphony Orchestra, nonché con i leggendari artisti jazz, è davvero notevole. Il suo talento è evidente in ogni esibizione e la sua vasta conoscenza della musica latina e jazz assicura che i fan siano affascinati dalla sua virtuosismo e versatilità. Tuttavia, questo è solo un campione di vasto repertorio di Sanchez.

A sé stante, il bassista Al McKibbon ha un numero di album sul mercato. Il suo primo album, Tumbao Para Los Congueros de Mi Vida, fu pubblicato nel 1949. Il suo secondo album, Black Orchid (Nine Yards Music), è stato registrato presso Icon Recording Studios a Hollywood, in California, con l'aiuto del proprietario degli studi Andrew Troy e di due assistenti ingegneri, Pablo Solorzano e Aaron Kaplay. Un recente libro con il suo lavoro, Latin Jazz: The Legendary Music of Al McKibbon, una biografia del leggendario bassista, è stato rilasciato a maggio 2018.

Nato a Chicago, la carriera iniziale dei bassisti lo ha visto sostenere grandi come Dizzy Gillespie e Thelonious Monk. Ha anche lavorato con il percussionista Chano Pozo, stabilendo un suono che sarebbe stato successivamente indicato come jazz afro-cubano. Nato il 1 ° gennaio 1919, a Chicago, McKibbon fu presentato al Jazz in tenera età e suonava in molti club di Detroit prima di unirsi alla Lucky Millinders Band. La sua carriera è aumentata dopo essersi unito alla band di Thelonious Monks e ha registrato con Thelonious Monk e Herbie Nichols.

Jane Bottom Net

Questo speciale album jazz latinoamericano presenta le voci di un gruppo eterogeneo di musicisti, tra cui la sassofonista Jane Bunnett su flauto e sax di soprano e il baldorio cubano di Dayme Arocena su Marimbula. Presenta anche i percussionisti Magdelys Savigne e Yissy Garcia e i tastieristi Danae Olano e Celia Jimenez.

Il progetto Maqueque, con sede a L'Avana, è stato lanciato nel 2006 come progetto di registrazione con la giovane donna musicista cubana. Oggi sono tra i gruppi più popolari della scena jazz nordamericana. L'album di debutto omonimo dei gruppi, Oddrara, ha ricevuto una nomination ai Grammy nella categoria del miglior album jazz latino. Il suo nuovo membro è la violinista Elizabeth Rodriguez, che è stata recentemente elogata in una performance di Dave Matthews Lincoln Center.

Durante un tour a Cuba nel 1982, Bunnett fu introdotto per la prima volta alla musica di Cuba. Incontrò il trombettista cubano Inaudis Paisan Mallet e si sedette nella sua band. I due sono diventati buoni amici e sono rimasti in contatto fino al 2014, dopo di che Bunnett è stato completamente affascinato dai suoni afro-cubani. Ha continuato a vincere più premi Juno e nominata per due Grammy.

Per i fan della musica cubana di formazione classica, Limiteda sarà una nuova uscita entusiasmante. Chucho Valdes, un pianista cubano e compositore, ha vinto più premi di quanto possa contare. I suoi sei Grammy e tre Grammy latini testimoniano la sua abilità e influenza. È stato inserito nella Hall of Fame latini dei cantautori ed è il destinatario di numerosi altri onori.

Il record è una celebrazione del genere nazionalista, che ha fuso i suoni africani ed europei. La traccia del titolo degli album, Contradanza, decolla con una sezione di corno in brassy, mettendo in evidenza Orlando Maraca Valles che abbagliava flauto suonante. Mentre questo disco può riguardare più l'omaggio che la tradizione, è comunque un ascolto altamente raccomandato. Un'edizione jazz latinoamericana limitata di Chucho Valdes include una traccia bonus esclusiva, Mambo Influenciado.

Sebbene Chucho abbia registrato solo due album da solista, questo è uno dei suoi più gratificanti. In questo album, Chucho mette in mostra il suo lato lirico, ricordando la musica di Chopin, Lecuona, McCoy Tyner e Bill Evans. L'album rende anche omaggio al membro fondatore di Weather Reports, Joe Zawinul. L'album presenta anche il tributo vincitore di Grammy a Irakere - Live at Marciac, omaggio al leggendario batterista jazz.

La Liberation Music Orchestra è stata fondata da Charlie Haden nel 1969. Era frustrato dal fatto che il governo stesse concentrando così tanti soldi sulla guerra del Vietnam, ignorando i problemi degli Stati Uniti. Sperava di usare l'orchestra per amplificare le voci degli oppressi e per dimostrare solidarietà con movimenti politici progressivi. La musica del primo album dei gruppi incarna questi valori. La musica dei gruppi è una combinazione di jazz tradizionale, jazz latinoamericano e improvvisazione gratuita.

Oltre a guidare la Liberation Music Orchestra, il lavoro di Hadens è stato influenzato da molti musicisti latinoamericani. Ha registrato con il maestro bandoneon argentino Dino Saluzzi e il chitarrista brasiliano Egberto Gismonti. Le sue registrazioni sono state rilasciate nella rinomata serie di Montreal Tapes. Molti degli album includono collaborazioni con batterista di crema Ginger Baker e il chitarrista Bill Frisell.



Gianluca Quadri

Durante una difficile situazione mondiale, sono riuscito a laurearmi presso l'Università degli Studi di Milano in Comunicazione Umanistica. La strada compiuta è stata molto travagliata, ma per fortuna ho avuto anche esperienze belle. Creare eventi e portarli in vita forse è stato il momento più divertente tra i tanti lavori fatti: quanto è gratificante vedere il proprio progetto compiuto e realizzato, con un gran bel team alle spalle e tanti sacrifici. Ma anche la copertura, la comunicazione di tali eventi mi ha portato ad amare altre sfaccettature di questo mondo. Anche per questo ho deciso di buttarmi ancora più in profondità in un master orientato al mondo della comunicazione e dei nuovi media.

📧Email | 📘 LinkedIn