Migliori Depeche Mode Suoni e natura nel 2022

Il suono e la natura della modalità Depeche

Goditi il silenzio è la canzone più alta della modalità Depeche. Ha colpito i primi dieci nel Regno Unito e ha vinto la band the Brit Award per il miglior singolo britannico nel 1991. Dave Gahan ha detto che la canzone è iniziata come una ballata con versi lenti prima che la riscrittura di Alan Wilders Uptempo la trasformasse in un successo pop. Inizialmente, Gore non era a bordo con il cambio di tempo.

Cantici di fede e devozione

Songs of Faith and Devotion è l'ottavo album in studio della British Electronic Rock Band Depeche Mode. È stato rilasciato il 22 marzo 1993 nel Regno Unito e negli Stati Uniti da Mute Records e Sire Records, rispettivamente. Durante il suo rilascio iniziale, ha generato numerosi colpi e ha ricevuto consensi diffusi. La sua influenza sulla musica rock è stata innegabile e il suo suono psichedelico e mistico è un classico.

Mentre l'album non è buono come il loro lavoro precedente, è un eccellente album di debutto. La band si è raggruppata per Ultra nel 1997 e successivamente ha pubblicato numerosi album di successo. Tuttavia, l'album più famoso delle band è ancora canzoni di fede e devozione. Indipendentemente dai suoi difetti, rimane uno dei più grandi album degli ultimi dieci anni. Di seguito sono elencate alcune delle migliori canzoni dell'album.

A parte le canzoni scritte dalla band, Songs of Faith and De devotion presenta anche due tracce dal vivo. La traccia di apertura inizia con un riff di chitarra distorto, seguito da uno stridente. L'album è una delle modalità Depeche più sforzi unici e innovativi e i loro fan non lo dimenticheranno mai. Sebbene questo album sia strano nel catalogo DM Back, le canzoni classiche di Bands hanno superato la prova del tempo.

Tutto conta

Una delle canzoni più iconiche della rock band inglese Depeche è stata tutto conta. Era l'ottavo singolo del loro tempo di costruzione dell'album del 1983 ed è stato influenzato dal genere industriale. Nel 1989, è stato ripubblicato come album dal vivo, accompagnato da un video altrettanto ambizioso. Il video stesso era una rappresentazione visiva potente e che ha influenzato il messaggio delle canzoni.

Il video per tutto il conteggio è stato diretto da D.A. Pennebaker e presenta snippet della performance dal vivo delle band. È noto per i suoi riferimenti alla vendita e alla merce dei biglietti, nonché al tema delle canzoni di corruzione e avidità. Il lato B è degno di nota perché è stato accreditato a Martin Gore, mentre la versione alternativa, Black Day, è stata registrata da Alan Wilder.

Il paesaggio sonoro apocalittico di tutto ciò che conta era una reazione all'avarizia e la canzone è un inno potente all'avidità umana. Un'altra traccia, Pipeline, avverte l'ascoltatore di Natures Future. Esorta gli ascoltatori a prendersi cura del mondo a causa della distruzione di migliaia di acri di foresta.

Per gli album Lead Track, Silver, Depeche Mode ha usato le chitarre nei loro live set e il loro suono era spesso caratterizzato da chitarre. La band suonava la chitarra sul palco, ma Martin Gore preferisce non farlo. Di conseguenza, tutto il conteggio utilizza una varietà di strumenti convenzionali e suoni campionati. Questo tema degli album dell'avidità e dello sfruttamento in Gran Bretagna è stato portato in primo piano, ed è un capolavoro per i fan del genere.

Non ne ho mai abbastanza

Il suono della modalità Depeche è sinonimo di anni '80. Il gruppo ha guadagnato la fama per la prima volta negli Stati Uniti nei primi anni '80, segnando diversi successi di danza e stabilendosi come gruppo a livello internazionale. Inizialmente, il gruppo era meglio conosciuto per lo spirito elettro-pop spensierato delle sue prime uscite. Nel 1985, tuttavia, la band si era sviluppata in un outfit di synth-rock più sperimentale, e sono diventati la banda alternativa per eccellenza dell'epoca. Hanno guadagnato un modesto seguito europeo con i primi singoli, e poi hanno guadagnato una svolta negli Stati Uniti con il loro quarto album certificato in platino, Birthday, pubblicato nel 1984.

Questa traccia del titolo degli album, non posso avere abbastanza, mette in mostra il primo suono pop di New Wave della band. Scritto dal membro fondatore Vince Clarke, la canzone è stato il primo singolo di Top Ten UK e il loro colpo di danza rivoluzionario negli Stati Uniti Era anche coperto dal gruppo britannico il sabato e incluso nei singoli comici di soccorso. Il suo ritmo accattivante e il suono psichedelico hanno aiutato il gruppo a raggiungere il successo.

Andy Fletcher si è descritto come un tastierista e un manager. La band aveva una divisione di base del lavoro dal 1982 al 1995. Mentre Martin Gore e Alan Wilder hanno scritto e eseguito le canzoni, gli altri membri, Dave Gahan e Chris Fletcher, hanno suonato gli strumenti. Dal 1995, il gruppo si è esibito come trio, con Gahan che scrive almeno tre canzoni. Il loro album di debutto, Precious, è ancora tra gli album più venduti delle band.

Canna di una pistola

Il suono e la natura della canna di una pistola è una miscela sonora di post-punk e industriale. Su binari come una carezza, la band consegna una gemma pop sinistra con un coro gospel. Sebbene gli album più vicini e nuovi abiti, non abbiano il pugno immediato di masse o ricompensa, colma il divario tra i loro lati industriali e alt. Mentre lo stile industriale è un po 'più evidente su altre tracce, Gore e Gahan sono ancora eccellenti nell'oscurità post-punk.

Mentre la traccia di apertura è proto-industriale, l'album è pieno di singoli belli. L'album si chiude con i suoni di un respiratore, che è un finale di tempo per la canzone. Nonostante gli album Slow Start, Modes Barrel of a Gun è un album brillante, anche se non ha i momenti più memorabili.

White Spirit non è l'album in modalità Depeche più accessibile, le trame e le atmosfere nelle canzoni meritano di essere esplorate. L'atmosfera desolante degli album è intenzionale. Il lavoro delle band è sempre stato dall'aspetto verso l'interno, ma la canna di una pistola raggiunge le nuove altezze in modo lirico e è evidente la nuova chimica dello studio tra Gore e Gahan.

Il secondo album della modalità Depeche è apertamente transitorio ed è il primo senza membro fondatore Vince Clarke. Clarke ha lasciato la band per formare cancellazione, e il nuovo album cade da qualche parte tra il loro primo luminoso synth pop e il loro lavoro oscuro degli anni '80. Dopo la partenza di Clarkes, Martin Gore assume i compiti di songwriting, ma non è sicuro di mantenere lo stile soffice o abbracciare il loro lato più oscuro. Di conseguenza, l'album ha una qualità schizofrenica.

Rock Candy

Come banda di synth-pop, Depeche Mode iniziò gli anni '80 come re del genere. La band una volta era considerata un atto alternativo, ma il loro violatore dell'album multiplatino li ha catapultati a fama, raggiungendo il No. 7 sui grafici pop. Il loro video personale di Gesù è stato un enorme successo su MTV. Il Tour Bands è stato altrettanto popolare e il loro ultimo album, Songs of Faith and Devotion, ha aggiunto corde, percussioni e chitarre al loro repertorio. Attualmente, Alan Wilder suona vere batteria per gli spettacoli dal vivo delle band.

Gore ha una passione per i synth e il suo uso di synths è evidente nella prima traccia degli album, il terzo scimpanzé. La band ha tratto ispirazione per la sua melodia da artisti sperimentali tedeschi. L'album presenta anche il ritmo di Bands Signature a quattro sul piano, Vervet, che dura otto minuti. L'atmosfera melodia inquietante è migliorata dall'uso di Sonic Bloops e da un coro ampio.

Il Sound pop New Wave Bands Early è iniziato con il singolo del 1982 non ne ha mai abbastanza. È stato scritto dal membro fondatore Vince Clarke, che in seguito avrebbe formato la cancellazione delle band e Yaz. La canzone è stata il primo singolo di Top-Ten del Regno Unito e un colpo di danza innovativo negli Stati Uniti. La canzone è stata successivamente coperta dalla band britannica The Saturdays ed è stata inclusa nei singoli per il sollievo comico.

Barile di un remix di armi



Gianluca Quadri

Durante una difficile situazione mondiale, sono riuscito a laurearmi presso l'Università degli Studi di Milano in Comunicazione Umanistica. La strada compiuta è stata molto travagliata, ma per fortuna ho avuto anche esperienze belle. Creare eventi e portarli in vita forse è stato il momento più divertente tra i tanti lavori fatti: quanto è gratificante vedere il proprio progetto compiuto e realizzato, con un gran bel team alle spalle e tanti sacrifici. Ma anche la copertura, la comunicazione di tali eventi mi ha portato ad amare altre sfaccettature di questo mondo. Anche per questo ho deciso di buttarmi ancora più in profondità in un master orientato al mondo della comunicazione e dei nuovi media.

📧Email | 📘 LinkedIn