Migliori Casino Royale Musica ska alternativa nel 2022

Casino Royale Music - Un capolavoro senza tempo

La band di musica indipendente italiana Casino Royale è in circolazione da più di 30 anni. Il loro CRX è un capolavoro senza tempo. Il suono delle band continua a proliferare tra i giovani artisti. La band ha viaggiato per il mondo, prendendo suoni da città come Londra, Bristol, Berlino e New York. Puoi sentire la stessa influenza nella loro musica. E se non hai familiarità con loro, potresti iniziare ad ascoltare ora.

Sai che il mio nome è il tema musicale del film di James Bond del 2006 Royale

A differenza della maggior parte dei film di Bond, che sono stati in gran parte privi di un tema musicale, il film di James Bond del 2006 Royale ha un tema. Chris Cornell, cantante e cantautore della rock band Soundgarden, ha composto la canzone per il film con David Arnold. I produttori di film hanno selezionato Cornells traccia per la sua forza, invece di attenersi al tema standard di James Bond. In un certo senso, questa scelta è ironica, in quanto è originale e rappresenta il tema musicale dei film in modo moderno.

Il film è stato diretto da Albert Broccoli, il cui padre ha raccomandato a sua figlia di aver letto i romanzi di Bond. È un approccio simile ai primi romanzi di Ian Fleming, ma con più di un tono di terra. La premessa del film è quella di resuscitare il leggendario agente segreto. La morte di Vespers fa rivalutare il legame le sue dimissioni.

Il significato delle canzoni è complesso. Le parole Octopussy e le probabilità tradiranno che ti riferisce alle probabilità di vincere una partita di carte. Mentre l'ispirazione di Cornells per la canzone era basata sul tema di Tom Jones Thunderball e Paul McCartneys Live and Let Die Theme, il film è stato in gran parte un successo. Sebbene il film non presentasse il titolo di film, la canzone ha venduto quasi 48 mila copie nel solo Regno Unito.

Mentre la versione originale di You Know My Name non è stata utilizzata nel film, la canzone è stata trapelata al pubblico prima che il film andasse in onda e diventasse disponibile per il download. La prima versione della canzone ha debuttato al numero 20 nella tabella del download singolo del Regno Unito il 13 novembre 2006. La seconda versione è stata rilasciata come singolo autonomo il 14 dicembre 2006. Le versioni tedesche, australiane e olandesi della traccia includono una seconda versione della canzone come lato B.

Sai che il mio nome è il tema musicale di Casino Royale, il sesto film di James Bond. Questa spia 007 scopre una famigerata organizzazione di cattivi, guidata da Christoph Waltz, che è stata dietro ogni atto di terrorismo e il legame tragediale. Alla fine, questo nuovo agente deve decidere se può fidarsi o meno di Madeleine. Mentre il nuovo nemico si avvicina, Bond viene lasciato con una scelta: continuare la sua professione o perseguire la sua passione.

Outfit Funk-Rock italiano

Formata a Milano nel 1987, il Casino Royale di Funk-Rock Italian Royale ha influenzato un'ampia varietà di generi. La loro musica è influenzata da band come gli speciali e lo scontro. Il loro primo album in studio, Soul of Ska, è stato pubblicato nel 1988 e hanno continuato a pubblicare molti altri album e tour in tutto il mondo. I gruppi sembrano evoluti dalle sue radici nel funk italiano al reggae, incorporando elementi di jazz, soul, pop, reggae e ska.

Colonne sonore

Se sei un fan della musica indipendente, probabilmente hai sentito parlare della band italiana Funk-Rock, Casino Royale. Formata nel 1987 a Milano, la band prende il nome dal loro libro preferito di James Bond di Ian Fleming, James Bond. I primi anni sono stati fortemente influenzati dagli speciali e dagli scontri. Il loro debutto nel settore, Soul of Ska, è arrivato nel 1988 e il loro secondo album, Jungle Jubilee, è seguito nel 1989. Come gruppo, Casino Royale Sound si sta ancora diffondendo tra i giovani artisti italiani e hanno trascorso la maggior parte del loro tempo in tournée nel mondo. Il suono che hanno creato si è diffuso in tutto il mondo e sono stati in grado di incorporare suoni da Londra, Bristol, Berlino e New York nella loro musica.

Il primo album delle band era intitolato You Know My Name ed è stato scritto da Chris Cornell e David Arnold, che hanno anche composto la colonna sonora. Chris Cornell è stato il cantante scelto dai produttori, in quanto è un potente cantante maschio. Durante la scrittura della canzone, i due musicisti hanno tentato di creare un sostituto del tema per il personaggio, riflettendo l'inesperienza della carriera musicale di Bonds e il suo lato emotivo. Il risultato è una canzone potente e piena di sentimento che fa appello a tutte le fasce d'età e una varietà di ascoltatori.

Carriera

Nel 1987, la band italiana Funk-Rock Casino Royale si è formata a Milano. Il nome della band derivava da un romanzo di James Bond preferito di Ian Fleming. La band ha influenzato altri musicisti della loro era, come gli speciali e lo scontro. La band fece il suo debutto nel 1988 con Soul of Ska e nel 1989 pubblicò Jungle Jubilee. La band ha successivamente cambiato indicazioni per incorporare stili musicali più diversi, tra cui reggae e soul.

Il successo delle band ha continuato a crescere dopo l'uscita dell'album Dainamaita, che includeva elementi hip-hop, DUB e funk. La band si è trasferita a Londra e ha pubblicato l'album CRX nel 1997, che ha raccolto la rappresentazione radiofonica. L'album CRX ha avuto successo abbastanza da assicurarsi uno slot di apertura per il tour europeo degli U2. Tuttavia, non hanno mai pubblicato un altro album dopo questo, e alla fine sono stati abbandonati dall'industria discografica italiana.



Graziano Capponago

Giornalista professionista dal 1999. Profondo conoscitore della Svizzera (posso vantarmi di essere stato in tutti i 26 cantoni) affronto con entusiasmo la sfida, Magazine online dedicato alla cultura, alle tradizioni e ai viaggi nella Confederazione elvetica. Ho iniziato la carriera come giornalista sportivo in una radio locale di Cologno Monzese occupandomi di rugby, sport che pratico tuttora. Laureato in lingue nordiche, ho cominciato a scrivere di viaggi per l’allora Gente Viaggi con un articolo su un’isoletta della Danimarca per poi iniziare a collaborare con diverse altre testate. Ho lavorato anche in RAI a Milano, per due anni, al TG3 dove mi sono occupato di cronaca e a RAI Sport Sat.

📧Email | 📘 LinkedIn