Migliori Bellini, Vincenzo Opera e operetta nel 2022

Opera e operette di Vincenzo Bellini

Bellini è rinomata per le sue opere e operette e molte delle sue opere possono ancora essere viste oggi. Alcune delle sue opere più famose includono Norma, Il Pirata, Adelson E Salvini e La Straniera. Inoltre, ci sono molte altre grandi opere scritte da Bellini.

Norma è una bellissima opera del compositore italiano Vincenzo Bellini, una delle opere più popolari di Bellini. Questa opera esplora le storie d'amore di due persone che sono profondamente innamorate. All'inizio dell'opera, Norma è sotto tensione straordinaria mentre cerca di nascondere la sua relazione con Pollione. Sa che Pollione è il candidato perfetto per il sacrificio e ha una relazione amorosa segreta con lui. Tuttavia, la sua fedeltà alla sacerdotessa significa che non può uccidere Pollione. Di conseguenza, ha una profonda senso di colpa per aver tradito la fede di Polliones.

Nonostante avesse trent'anni, Bellini stava accusando le spese astronomiche per il suo lavoro. Nel 1816, la sua opera La Sonnambula si trasferì a Parigi e Londra. È una tragedia lirica a due atti focalizzata sulla druida norma. Contiene un'aria conosciuta come il casta diva, dall'atto I. Nonostante il nome ambiguo, questa aria è una delle arie più belle mai scritte per un'opera.

L'opera si apre con un'aria che inizia in BB maggiore. Durante questa scena, Norma chiede adalgisa di ripetere le parole che ha parlato e accetta di aiutare. Quindi si rivolge a Oroveso in una ricerca per confortare i Gallic Warriors.

Pollione è l'antagonista principale dell'opera, ma alla fine rinuncia al suo desiderio di vendetta. Invece, supplica il padre di aiutare i suoi figli. Alla fine dell'atto 2, Pollione e Adalgisa si uniscono a Norma come amanti.

Il Pirata è un'opera italiana classica con due atti di Vincenzo Bellini. Fu la seconda opera composita e la sua prima a ricevere attenzione internazionale. Il libretto è stato scritto da Felice Romani, basato sulla traduzione francese di Bertram. L'opera fu presentata in anteprima a La Scala il 27 ottobre 1827.

Bellini è nato in una famiglia musicale e ha composto la sua prima opera mentre al Conservatorio di Napoli. Fu influenzato da suo padre, che era un organista di spicco. Il successo di Bellinis ha portato a commissioni di importanti impresari. Nel 1827, compose il pirata per la Scala a Milano, guadagnandosi una reputazione in tutto il mondo.

La trama ruota attorno a un pirata di nome Gualtiero. La commedia segue un triangolo amoroso che porta a un finale tragico. Gualtiero è il pirata che è espulso dalla Sicilia e l'altro personaggio è il Duke Ernesto. È innamorato di Imogene, ma lei ha già sposato Ernesto. Gualtiero incontra segretamente Imogene e la incoraggia a fuggire, solo per essere fermata da Ernesto. Imogene è devastato e impazzisce.

Adelson E Salvini

Adelson E Salvini è una semiseria d'opera, con un libretto di Andrea Leone Tottola. Si basa sul romanzo Epreuves Du Sentiment di Francois-Thomas-Marie de Baculard-Darnaud, e si basa anche su una commedia di Prospere Delamare.

Mentre studiava al Conservatorio di Napoli, Bellini compose Adelson E Salvini. Questa opera fu eseguita per la prima volta nel Conservatory Teatrino nel 1825. Nel 1985, Bellini lo ha messo in scena in un teatro professionale in Catania.

Gli elementi drammatici delle opere sono temperati da Bellinis melancholia, che attenua la nostra risposta agli elementi dei fumetti trame. Tuttavia, il ritmo di Rustionis della musica di Adelson E Salvinis sottolinea la vitalità delle opere e la continuità.

L'aria dall'atto tre di Salvini è un pezzo potente. Il coro e Adelson contribuiscono all'aria, che ha una bellezza simile alla scrittura di Bellini. Inoltre, le prestazioni di Scalas di Salvini hanno aumentato le scene di potenza emotiva, che ha ulteriormente aggiunto alla sua persuasività.

La Straniera

La Straniera è un'opera del XIX secolo di Vincenzo Bellini, basata su una commedia di Charles-Victor Prevot. L'opera, presentata in anteprima a Milano nel febbraio 1829, fu un grande successo per Bellini e ricevette una tassa che gli permetteva di guadagnare un'opera da vivere a pieno titolo. Il libretto di Felice Romani è una parte importante dell'opera e ha lavorato con Bellini per 6 anni, scrivendo oltre 90 libretti. Durante quel periodo, Felice Romani si concentrò sul perfezionamento della sua arte e gusto pubblico. Mentre scriveva libretti, raramente scrisse opere originali, invece lavorando su argomenti che erano popolari per il pubblico.

Bellini usò una trama simile a Arioso a La Straniera. Questa trama è particolarmente evidente nell'atto I scena 2, quando la fanciulla Isoletta sente una frase che Straniera sta pronunciando. Lo scoppio risultante di melodia accompagna il possesso invisibile delle fanciulle. Inoltre, Bellini usa il canto declamato e ha sviluppato un argomento distinto.

Bellini ha preso le libertà con la storia. Il re Filippo manda Agnes al lago Montolino dove incontra il conte Arturo. Il conte Arturo (un nobile cortese) si innamora di Agnes mentre è fidanzata con un'altra donna.

La carriera di Bellinis come compositore d'opera è nata a Catania, in Sicilia. In tenera età, ha iniziato a studiare composizione. Presto, la sua prima opera fu eseguita a Milano. Questo lo spinse a unirsi ai migliori ambienti di aristocrazia di Milans. Nonostante questo successo, Bellini non si è mai guadagnato da vivere come insegnante o direttore musicale.

Vincenzo Bellinis Opera I Puritani è un capolavoro indimenticabile. L'opera presenta un ricco stile melodico con simboli profondi. È uno dei compositori per ultimi grandi opere. È morto a soli 33 anni. Questa opera è piena di passione, bellezza ed emozione. La sua trama si basa sui Tete Rondes et Cavaliers ed è piena di drammi storici e intrighi romantici. Ha un punteggio incredibilmente commovente ed evocativo.

Bellini scrisse lo stesso libretto e il suo conteggio librettista Pepoli non era molto esperto. La versione di Pepolis è stata notevolmente ridotta. C'erano 39 scene e il cast era troppo piccolo e Pepoli ha abbreviato i nomi dei personaggi per renderli più gestibili. L'opera è stata presentata in anteprima a Parigi il 24 gennaio 1835 ed è diventata un successo immediato. La produzione ha ricevuto diciassette esibizioni ed è stata chiamata rabbia di Parigi.

Il libretto è stato scritto da Bellini, con Rossini che ha fornito consigli di drammaturgia. Bellini ha anche assunto un magnifico cast vocale per la produzione. La premiere ebbe luogo il 24 gennaio 1835 ed ebbe un successo immediato, sebbene la durata dell'opera significasse che tre dei numeri musicali dovevano essere tagliati.

Questa opera è impostata durante la guerra civile inglese e ha temi rilevanti per il conflitto. Il personaggio del titolo, Elvira, si è innamorato di Sir Arturo Talbo, un realista e sostenitore degli Stuarts. Suo padre, Lord Valton, ha cercato di sposare Elvira con Sir Riccardo. Elvira preferirebbe morire piuttosto che sposarlo, ma dopo la morte di Sir Giorgio, ha ceduto e inizia a fare preparativi per il matrimonio.



Giulio Fasano

Negli ultimi 25 anni ho lavorato nel mondo della musica e della televisione con diversi ruoli e responsabilità, (Grandi case discografiche, gestione di band, gestione di tour, una piattaforma per il karaoke, brokeraggio di diritti TV), ho creato la mia società di consulenza musicale e ho sono anche un orgoglioso partner di un marchio di moda.

📧Email | 📘 LinkedIn | 🐦 Twitter